Home page & Nba News
Albi d'oro, All-Nba Team e Biografie
Sezioni Finali Nba
Nba All-Star Game
Nba Draft & Draft Lottery
Salari, sondaggi e curiosità sulla Nba
Ultime sette notizie di
Little Italy
Belinelli la apre, Kaminsky la chiude, Denver KO

Marco Belinelli
01/04/2017 - E' di Marco Belinelli la vittoria nel derby azzurro con Danilo Gallinari. Gli Charlotte Hornets grazie ad un quarto periodo pressochè perfetto abbattono i Nuggets 122-114 allontanando così i sogni playoff della franchigia del Colorado.
Splendido il duello tra i nostri due azzurri, vinto proprio nell'ultimo periodo da un Marco Belinelli infuocato capace di infilare 9 dei suoi 11 punti finali con 0/1 da due, 3/6 da tre e 2/2 ai liberi in poco meno di due minuti con tre triple consecutive che danno il via al parziale di 12-0 che risulterà decisivo ai fini della vittoria finale.
Danilo Gallinari invece si "consola" con una prestazione da 19 punti con 1/5 da due, 4/6 da tre e 5/5 ai liberi in 30 minuti di impiego senza però riuscire ad essere decisivo negli ultimi minuti di gioco anche a causa di alcune gestioni rivedibili della squadra di coach Malone nell'ultimo quarto.
"Abbiamo giocato una gara praticamente dai due volti con un primo tempo di poca intensità ed un ultimo periodo assolutamente perfetto" - commenta Marco Belinelli ai microfoni della Gazzetta dello Sport - "Siamo stati bravi a piazzare le giocate decisive quanto contava sopratutto grazie ai ragazzi che come me sono usciti dalla panchina dando anche più intensità in difesa rispetto ai primi tre periodi. Sono molto contento per la vittoria che ci fa rimanere in corsa per i playoff e altrettanto soddisfatto di aver contribuito nell'ultimo quarto con dei canestri importanti assieme a quelli di Kaminsky".

Di umore opposto naturalmente è Danilo Gallinari, che molto probabilmente dovrà abbandonare anche per quest'anno il sogno di disputare la post season con i suoi Nuggets anche vista la corsa incessante di Blazers:
"E' un peccato perchè per tre quarti avevamo comandato la gara, a Charlotte però va il merito di aver giocato il periodo più importante molto meglio di noi e hanno meritato il successo. Siamo molto dispiaciuti e la nostra situazione adesso è complicata, ma questo è il nostro mestiere siamo dei professionisti e siamo pagati molto per allenarci, giocare e dare il massimo per conquistare il nostro sogno perciò ci proveremo fino alla fine. Personalmente non sono di certo al 100% in questo momento della stagione ma penso sia normale come la maggior parte degli altri giocatori che arrivano alla fine di una regular season così dura fisicamente e mentalmente."