Nba Finals 2011
10/06/2011
Gara 5

Miami Heat @ Dallas Mavericks
American Airlines Center, Dallas TX


Miami Heat
Vs.
Dallas Mavs
103
112
Gara cinque proietta Dallas dove non era mai stata nella propria storia ovvero avanti 3-2 in una serie finale. Esattamente cinque anni fa, finals 2006, i Mavericks si erano portati sul 2-0 per poi perdere i successivi quattro match concludendo bruscamente i propri sogni di gloria.  Ad oggi Dirk Nowitzki non riesce a vedere nessuna di quelle sei partite perché gli danno una sensazione mista tra l’agonia e la tristezza  per aver fallito un titolo sfiorato (sino ad allora nessun team sotto 0-2 aveva mai vinto titolo).

Oggi i Mavericks hanno una possibilità di “redimersi” grazie alla vittoria di stanotte che li proietta avanti 3-2 in una serie combattuta sino all’ultimo minuto come testimonia lo scarto tra i due team  nelle prime quattro sfide sempre compreso tra un paio di possessi . 

Dopo la disastrosa gara 4 (8 punti, 3/11 dal campo e primo match di post-season dopo 90 non concluso in doppia cifra) LeBron ha provato a caricarsi pubblicando sul proprio account twitter la frase “ora o mai più”.  Una volta sul terreno di gioco LBJ ha messo in pratica le parole concludendo con una tripla doppia fatta da 17 punti, 10 assists e 10 rimbalzi. Una scarsa percentuale dal campo (limitato dalla difesa a 8/19 complessivo) ed un Wade dolorante all’anca, però,  sono stati due fattori troppo determinati ed ora le parole di James gli vengono usate contro. Gara 6 sarà “ora o mai più” perché in caso di sconfitta il titolo andrà a Dallas e la storia muove di nuovo contro il team targato Florida. Delle precedenti 26 finali passate attraverso il 2-2 il team che poi ha vinto gara 5 è stato in grado di alzare la coppa per ben 19 volte (il 70% delle volte).  Miami ha già perso sul proprio campo in gara 2.

A mandare in delirio un American Airlines Center  completa in ogni posto e la piazza antistante al palazzetto (gremita di tifosi) sono stati dei Mavs in grado, per la prima volta in questa finale, di imporre il gioco visto in tutti i playoffs. Nonostante sia reduce dall’influenza Dirk continua ad essere il condottiero numero uno del team con 29 punti, 9/18 dal campo, 10/10 dalla lunetta, 6 rimbalzi e 3 assist.  Il contributo più grande alle spalle del tedesco, e qui arriva la grossa novità, proviene da due giocatori sinora “fantasmi”: Jason Terry e J.J . Barea. Entrambi decisivi nella corsa alle finali si erano poi “eclissati” (Barea in maggior modo, Terry un po’ di meno) nelle precedenti sfide sino a stanotte quando J.J. ha dominato con 17 punti, 5 assists e 2 rimbalzi e Terry partendo dalla panchina ha chiuso con 21 punti, 6 assists e 4 rimbalzi in 30 minuti. Per tutti e due ci sono alte percentuali da oltre l’arco: 4/5 Barea, 3/5 Terry.  Complessivamente sono stati mandati a referto  13 tiri da tre punti permettendo cosi a Dallas di eguagliare il record stabilito da Boston nel 2008 per secondo maggior numero di triple realizzate in una partita di finale (il primo gradino del podio appartiene a Houston e Orlando a pari merito con 14). 

Mi sentivo alla grande. Mi sentivo alla grande. Ho subito preso il ritmo stanotte e non l’ho più lasciato” afferma Jason Terry subito dopo gara cinque e spiega: “Siamo subito stati aggressivi ed è una cosa che dovremmo ripetere in futuro.  Non siamo felici solo del lavoro svolto in difesa, ma anche di quello offensivo: quando segniamo almeno 100 punti allora è facile prevedere cosa succede”. Rimasta al comando di un paio di punti  per due quarti (secondo e terzo) Dallas si è poi fatta rimontare ad inizio quarto periodo, ma negli ultimi minuti è ritornata a prendersi la leadership per poi chiudere avanti di 9: 112-103. “Abbiamo segnato più tiri” esordisce Coach Carlisle nell’intervista post-partita, proseguendo: “Non è mai facile immaginare l’evolversi di un match. Per quanto ci riguarda in difesa siamo stati capaci di giocare bene e questo ha migliorato il nostro attacco.  La cosa che principalmente abbiamo fatto è stato giocare in modo più solido in difesa per poi migliorare l’attacco”.

Oltre ai già citati Nowitzki, Barea e Terry per i Mavs ci sono pure Kidd e Chandler in doppia cifra. Jason finisce con 13 punti, 4/6 dal campo, 3/5 da oltre l’arco, 6 assists, 3 recuperi e 2 rimbalzi. Mentre Tayson a 13 punti accosta 7 rimbalzi e 2 stoppate.  Nella fila degli Heat Bosh chiude in doppia doppia (19 punti e 10 rimbalzi) e per la prima volta nella serie si registrano ben due uomini partiti dalla panchina e con almeno 10 punti  (Chalmers 15 e Haslem 10).


M.V.P.: Dirk Nowitkzi (29 punti, 9/18 dal campo, 10/10 dalla lunetta, 6 rimbalzi)


Tutti i loghi, marchi ed immagini riportati in questo sito appartengono ai rispettivi proprietari. Quindi tutti i diritti sono riservati ai loro proprietari. Copyright © 2003-2016 www.joeiverson.com | Tutti gli articoli e le biografie sono di proprietà degli autori.
<